Anche per Windows 7 è venuto il momento del pensionamento.

Microsoft ha annunciato già da un po’ la fine dello sviluppo ed ha recentemente annunciato che fra 6 mesi circa verrà spento l’intero sistema di supporto.

Questo significa che tutti gli utenti di Windows 7 dovranno “migrare” verso Windows 10. Ma attenzione, non tutto l’hardware è adatto! I vecchi computer a 32 bit, ad esempio, non potranno usare il sistema a 64 bit.

A questo si aggiunge la mazzata della nuova falla scoperta dai tecnici di Google, piuttosto grave, che riguarda alcuni file del kernel di Windows 7. Se un hacker dovesse riuscire ad approfittare della vulnerabilità, sarebbe in grado sia di aggirare il sandbox che protegge le attività dell’utente sia di ottenere i privilegi di amministratore di sistema. Insomma, un bug piuttosto grave, che potrebbe permettere ai cybercriminali di prendere possesso del vostro PC Windows 7 e spiare tutto ciò che fate. Un bug, sottolineano gli esperti Google, già utilizzato nei mesi passati dagli hacker, che potrebbero continuare a utilizzarlo per chissà quanto tempo.

Devi fare il passo? Contattaci!